Alimenti della Salute

Alimentazione plant based: di cosa si tratta?

Tempo di lettura: 2 minuti

Indice

Sempre più diffusa e adottata da molte persone in tutto il mondo, ne hai mai sentito parlare?

L’alimentazione plant based è principalmente a base di prodotti vegetali, cioè piante, frutti, semi, oli, cereali e legumi.

Sull’alimentazione plant based però c’è ancora un po’ di confusione, per esempio viene spesso associata alla dieta vegana: capiamo insieme le differenze e in cosa consiste questo tipo di alimentazione, così da aiutarti a scoprire se può fare per te.

Cosa vuol dire plant based?

La traduzione di plant based è “a base di piante”, quindi può essere considerata una dieta vegetariana.

Tuttavia, se la dieta vegetariana include normalmente l’utilizzo di derivati animali, la dieta plant based ne riduce il consumo al minimo (mentre la dieta vegana li elimina del tutto). L’alimentazione plant based è quindi più “elastica” della dieta vegana, ma prevede comunque una scelta attenta dei cibi da consumare.

Per esempio, l’alimentazione plant based valorizza la produzione locale e consuma in modo consapevole, senza eccedere, con l’obiettivo di preservare tutti gli ecosistemi.

Le caratteristiche principali della dieta plant based sono infatti:

  • rispettare i ritmi e i tempi della terra, con grande attenzione alla stagionalità dei prodotti e alla sostenibilità ambientale;
  • rispettare la biodiversità, l’utilizzo delle risorse e il benessere animale;
  • consumare alimenti naturali, evitando il più possibile quelli trattati, ultra-processati, e provenienti da troppo lontano.

C’è differenza tra dieta plant based e dieta vegana?

Sì, sono due cose diverse. Se il plant based resta un regime alimentare, il veganismo è un movimento che prima di essere considerato una dieta è un vero e proprio stile di vita il cui obiettivo principale è restituire agli animali i loro diritti e impegnarsi per difenderli.

Quindi la scelta vegana non si ferma solo alla tavola, ma si estende anche all’abbigliamento, all’intrattenimento e alla cosmetica.

Rispetto all’alimentazione plant based, una dieta vegana è quindi più legata all’etica che alla nutrizione, anche se in entrambi i casi si tratta di scelte alimentari consapevoli e attente all’impatto ambientale.

Amici che cucinano alimenti plan based per cena

L’alimentazione plant based fa bene?

Oltre a essere più ecologica, la dieta plant based ha diversi vantaggi anche per la salute:

  • fa bene al benessere gastrointestinale, grazie all’elevato apporto di fibre;
  • fornisce macronutrienti antiossidanti in grande quantità, grazie all’ampia varietà di vegetali di stagione consumati;
  • permette di sperimentare nuove ricette! La cucina vegetale stimola la creatività: un esercizio per la mente che consente anche di rivisitare piatti classici della tradizione (per esempio formaggi a base di latte vegetale, ragù di soia, burger di legumi).
 
cibi sani disposti sul tavolo

Si può seguire un’alimentazione plant based rispettosa del Metodo ACPG?

La dieta plant based condivide molte caratteristiche dell’alimentazione ACPG, infatti nella sezione dedicata di questo sito puoi trovare numerose ricette ACPG a base vegetale.

Siamo tutti concordi su quanto sia importante aumentare il consumo di alimenti di origine vegetale a discapito di quelli di origine animale. Anche le linee guida dietetiche del World Cancer Research Found e American Institute for Cancer, consigliano di:

  • scegliere prevalentemente alimenti di origine vegetale, con ampia varietà di verdure e di frutta, di legumi e di alimenti amidacei non o poco raffinati;
  • mangiare almeno 4 porzioni al giorno (pari a 600-800 grammi) di verdure o di frutta nel corso di tutto l’anno, approfittando delle varietà che offrono tutte le stagioni;
  • basare l’alimentazione quotidiana su cereali e legumi;
  • preferire prodotti che non abbiano subìto importanti trattamenti industriali;
  • l’uso abituale di carne rossa è sconsigliato;
  • limitare il consumo di grassi, soprattutto di origine animale.

Insomma, mangiare vegetale è una scelta consapevole di medicina preventiva: se ben equilibrata e approcciata senza pregiudizi, l’alimentazione plant based è in grado di offrire a tutte le età grandi benefici per la salute generale dell’intero organismo.

Ti potrebbero interessare anche...

Alimentazione in menopausa: cosa mangiare dopo i 45 anni

Cibo e benessere mentale e fisico: che relazione c’è?

Omocisteina alta: che cos’è e cosa mangiare per abbassarla?