Bere acqua e limone funziona davvero?

C’è chi beve acqua e limone per dimagrire, chi lo fa per supportare il proprio sistema immunitario o contro lo stress radicalico, chi crede nei suoi effetti depurativi e diuretici, chi pensa di ricavarne una pelle più luminosa. I benefici di acqua e limone sembrerebbero tantissimi, ma sono sempre reali? E perché a questa bevanda si attribuiscono tutte queste proprietà?

Il limone (Citrus limon L.)

Il limone (Citrus limon L.) è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Rutacee (la stessa delle arance e degli altri agrumi) i cui frutti, dal colore giallo caratteristico, trovano ampio utilizzo nella nostra alimentazione.

Del limone, infatti, si possono utilizzare la scorza, la polpa e il succo: ognuna di queste parti presenta proprietà caratteristiche.

Cosa c’è nel limone?

Il limone è un frutto acidulo, caratterizzato da un’elevata presenza di acqua, come tutti gli agrumi, di acido citrico, vitamina C (nella polpa) e da un ridotto contenuto di carboidrati, mentre proteine e grassi sono pressoché assenti.

Tra i carboidrati abbondano le fibre come la pectina, mentre gli zuccheri semplici come glucosio o fruttosio sono presenti solo in piccole quantità.

Oltre alla vitamina C, sono presenti buone quantità di vitamine del gruppo B (tiamina, niacina, riboflavina, acido folico ecc.) e di vitamina A.

Nei limoni si possono trovare anche minerali come potassio, calcio, sodio, magnesio, ferro e zinco.

Caratteristica è, infine, la presenza di flavonoidi, sostanze ampiamente presenti negli agrumi e note per le proprietà antiossidanti.

Le proprietà dei limoni

La buccia, o scorza, di questi frutti è caratterizzata dalla presenza di “citrina”, una miscela di flavonoidi tra cui l’esperidina dall’azione vasoprotettrice in grado di ridurre sia la permeabilità che la fragilità vascolare. Trova per questo utilizzo per il benessere del microcircolo.

Nella buccia sono presenti anche gli olii essenziali, utilizzati nell’aromaterapia.

Con il succo del limone, invece, si ottengono fresche bevande o si aromatizzano le pietanze sulle nostre tavole. In particolare, se aggiunto alla carne, migliora l’assorbimento del ferro in essa contenuto, grazie all’azione della vitamina C. Per le sue proprietà, viene sfruttato anche come detergente della cute e come collutorio per gargarismi contro stomatiti e varie affezioni del cavo orale.

L’acqua e i suoi benefici

L’acqua, lo sappiamo, costituisce il 70% del nostro corpo ed è fondamentale per il corretto funzionamento di cellule, tessuti e organi. Per questo è importante berne 1,5 – 2 litri al giorno!

In particolare, bere acqua già al risveglio può avere lo scopo di reidratare l’organismo dopo la notte e favorire il benessere e la funzionalità gastro-intestinale.

Le bevande da tiepide a calde favoriscono, infatti, il rilascio del piloro, la valvola che controlla il passaggio del cibo dallo stomaco all’intestino.

Con l’avanzare dell’età, inoltre, si possono presentare gonfiore, edemi e ritenzione idrica, a seguito della perdita di massa muscolare che causa la fuoriuscita di acqua dalle cellule nello spazio extracellulare. Bevendo acqua ricca di minerali (come magnesio, calcio e potassio) si può controllare questo fenomeno.

E se all’acqua si aggiunge il limone?

Aggiungendo il succo di limone, si arricchisce l’acqua dell’apporto di vitamine, minerali e sostanze funzionali caratteristiche di questo agrume. Per questo ad acqua e limone si attribuiscono diversi benefici, come:

  1. Bere acqua e limone accelera il metabolismo.

Si tratta di una credenza molto diffusa, ma la letteratura scientifica non ha ancora dimostrato che con questa bevanda si possa stimolare il metabolismo. Possiamo, però, dire che il limone presenta una composizione a ridotto contenuto di zuccheri e grassi, per cui la sua assunzione può essere indicata anche in chi sta tenendo sotto controllo la propria alimentazione (se piace il gusto acidulo!).

  1. Acqua e limone supportano il sistema immunitario.

Questa bevanda può essere di aiuto alle difese naturali dell’organismo, in virtù del suo contenuto di vitamina C: attenzione però! Tutto dipende dalla modalità di preparazione e dalla quantità di succo utilizzata. Questa vitamina si degrada facilmente al calore, per cui meglio consumare il succo di limone con acqua tiepida, non troppo calda, subito dopo averla preparata.

  1. Una bevanda calda a base di acqua e limone stimola la digestione, ha effetti diuretici e depurativi.

Diversi sono i pareri a riguardo. Alcuni, infatti, ritengono che bere acqua e limone possa aiutare la digestione, in virtù del suo gusto acidulo che sembrerebbe in grado di attivare gli enzimi digestivi. Questo effetto, però, è ancora da dimostrare! Quel che è certo è che una bevanda tiepida, come appunto acqua e limone, è in grado di stimolare la digestione, poiché facilità l’avanzamento del cibo nel tratto digerente, rilassando il piloro.

L’azione diuretica e depurativa non è stata ancora dimostrata, ma anche quest’ultima potrebbe essere attribuita al gusto acidulo del succo di limone.

  1. Acqua e limone aiutano a purificare la pelle.

In realtà, più che un’azione purificatrice ad acqua e limone si può attribuire una funzione di supporto della nostra pelle: la vitamina C del succo di limone, infatti, favorisce la sintesi del collagene, essenziale per l’integrità e la stabilità della pelle.

Ma allora acqua e limone “fa bene o male”?

In generale, possiamo dire che le proprietà di acqua e limone sono ancora tutte da scoprire e/o confermare.

Bere acqua e limone (meglio se tiepida) al mattino è comunque una buona abitudine: assunta a digiuno, subito prima della colazione, stimola la funzionalità intestinale.

Può essere assunta anche durante i pasti, come spiegato, perché facilita l’avanzamento del cibo dallo stomaco all’intestino, e la sera prima di andare a dormire, per un’azione depurativa intestinale.

Meglio scegliere limoni da agricoltura biologica e consumare la bevanda appena preparata, per apprezzare al massimo tutti i suoi benefici!

Per variare il gusto e arricchire acqua e limone di proprietà antiossidanti, inoltre, si possono aggiungere spezie come zenzero, cannella o curcuma. Moltissime, infatti, sono le ricette possibili! La maggior parte di queste prevede che il succo di mezzo limone venga mescolato con un bicchiere di acqua.

Infine, per quanto tempo assumere acqua e limone? Dipende dalle caratteristiche individuali: questa bevanda, infatti, può essere assunta per periodi prolungati, ma in alcune persone più sensibili potrebbe essere opportuno alternare dei periodi di pausa per evitare problemi di acidità.

Acqua e limone, infatti, potrebbe aumentare la secrezione acida dello stomaco e andrebbe evitata in caso di gastrite o reflusso. Infine, lo smalto dentale potrebbe risentire dell’azione corrosiva del succo di limone, per cui una buona abitudine potrebbe essere quella di risciacquare il cavo orale dopo aver bevuto questa bevanda.

5+