Sindrome dell’intestino irritabile: cosa mangiare?

IBS

È più diffusa tra le donne che tra gli uomini e si verifica più spesso al di sotto dei 50 anni: è la sindrome dell’intestino irritabile (o IBS, dall’inglese Irritable Bowel Sindrome), impropriamente chiamata colite o sindrome del colon irritabile.

Interessa tutto l’intestino e non solo il colon con alterazioni delle funzioni motorie, della sensibilità dolorosa e della secrezione di liquidi.

Perché è sbagliato chiamare l'IBS colite o sindrome del colon irritabile?

Può essere molto interessante riflettere sul perché si sia voluto trovare una precisa terminologia per descrivere un fenomeno che comunemente preferiamo definire colite. Probabilmente con tale termine si cerca di identificare qualcosa che è chiaramente un po’ più di un fastidioso gonfiore. Con colite intendiamo esprimere un disagio maggiore, spesso l’esperienza di un fenomeno doloroso dell’intestino. Tuttavia con il suffisso –ite, in medicina, ci si riferisce a disturbi chiaramente infiammatori, pertanto il termine colite risulta improprio, più vicino piuttosto alle vere malattie infiammatorie intestinali (quali colite ulcerosa, morbo di Crohn, etc.).

Anche il termine colon irritabile non è preciso in quanto lascerebbe intendere che la parte interessata sia solo il colon, mentre potrebbe riguardare altre parti dell’intestino, come l’intestino tenue. Per questo si è arrivati a una definizione così particolare come: Sindrome dell’intestino irritabile.

Sindrome perché il disturbo è caratterizzato da un complesso di sintomi, intestino perché può essere variamente coinvolto tutto l’intestino e non solo una parte, irritabile perché alla base del disagio-dolore si ritiene vi sia un’alterata percezione di stimoli che in realtà dovrebbero essere normali (gas, etc.).

​Intestino irritabile, sintomi

È il dolore il sintomo principale dell’intestino irritabile, ma le persone che soffrono di IBS possono avere anche diarrea o stitichezza oppure alternare periodi di diarrea a periodi di stitichezza.

I sintomi possono cambiare nel tempo: con periodi caratterizzati da sintomi molto intensi e altri in cui si attenuano o spariscono del tutto.

Un altro sintomo molto comune è il gonfiore della pancia, ovvero una sgradevole sensazione di tensione al giro vita.

È una sindrome che compromette la qualità della vita percui questi soggetti possono incorrere anche in alterazioni del tono dell’umore, scarsa energia per svolgere le normali attività quotidiane.

Gli effetti dell'irritazione

Le terminazioni nervose situate all’interno della parete intestinale, che controllano la contrazione della muscolatura e trasmettono al cervello le sensazioni dell’intestino, sono più sensibili del normale e possono determinare una risposta esagerata con un’accentuazione dei sintomi suddetti. 

Pertanto, i nervi e i muscoli dell’intestino diventano più attivi causando sintomi quali gonfiore, dolore e disagio addominale.

Se le contrazioni muscolari sono scoordinate o diminuite, esse determinano un rallentamento della progressione delle feci nel colon con conseguente insorgenza di stipsi.

All’opposto, se le contrazioni muscolari sono coordinate ma notevolmente aumentate, le feci possono avanzare più rapidamente attraverso il colon con la comparsa della diarrea.

Un disagio che compromette la qualità della vita

In chi soffre della sindrome dell’intestino irritabile (IBS), la regolazione delle interazioni cervello-intestino si altera, portando a cambiamenti nella motilità, sensibilità (sensazioni) e secrezioni a livello intestinale, nella produzione di ormoni, neuropeptidi, neutrasmettitori e molecole prodotte dal microbiota.

Si verifica un’alterazione della digestione degli alimenti ingeriti ai pasti, della permeabilità della parete intestinale e dell’assorbimento dei nutrienti alimentari.

È una sindrome che compromette la qualità della vita, il sonno, il lavoro e qualsiasi attività svolta nel quotidiano, creando “un grave disorientamento alimentare, perché le persone affette da tale sindrome non sanno cosa mangiare”.

Oltre all’IBS sono note altre patologie funzionali e infiammatorie:

  • SIBO (small intestinal bacterial overgrowth) crescita eccessiva dei batteri nell’intestino tenue;
  • IBD (inflammatory bowel disease) malattia infiammatoria dell’intestino.

Cosa mangiare se soffri di intestino irritabile

Il metodo di alimentazione indicato per le persone con la sindrome dell’intestino irritabile, prevede un modello molecolare di riposo intestinale per recuperare una migliore integrità anatomica e funzionale dell’intera parete intestinale (dallo stomaco, al tenue, al colon).

Questi schemi (modello ovo-pesco-vegetale e  per onnivori) sono riportati nella parte speciale del libro “L’intestino: il sesto senso del nostro corpo”, e prevedono:

  • la definizione dei rapporti nutrizionali tra proteine (aumento), grassi (diminuzione) e carboidrati (diminuzione);
  • gli schemi alimentari del metodo molecolare, centrato sulle molecole superando il calcolo giornaliero delle Calorie, mirano anche ad una scelta di alimenti a basso contenuto di FODMAPs “Fermentable, Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides, Polyols” e di favorire gli alimenti in grado di nutrire e modulare un sano microbiota. 

La dieta per il riposo intestinale

Riportiamo di seguito un esempio di settimana alimentare per il riposo intestinale per onnivori; schemi alimentari destinati ad altri regimi alimentari, per esempio per vegetariani, possono essere consultati nei libri del dottor Pier Luigi Rossi.

Tutti i giorni, appena svegli, si raccomanda di bere 2 bicchieri di acqua minerale con residuo fisso secco superiore a 500 mg/litro e ricca di ioni bicarbonato con dose superiore a 600 mg/litro (leggere l’etichetta).

Dopo cena si raccomanda invece l’assunzione di una tisana calda non zuccherata.

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Yogurt di capra
  • 2 cucchiai di fiocchi di avena
  • 10 mandorle
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto fresco di stagione a piacere

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata croccante di sedano, brasiliana, semi di lino e timo limonato
  • Merluzzo al forno con mandorle e origano
  • Insalata di patate alla curcuma
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo non zuccherato e un frutto fresco di stagione a piacere
  • Kefir

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di radicchio rosso e lattuga
  • Tofu al forno marinato allo zenzero e rosmarino con panatura al sesamo
  • Crema di piselli, lattuga, spinaci e maggiorana fresca
  • Olio extravergine di oliva

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Latte di soia
  • 2 gallette di riso o di mais
  • 3 noci
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto fresco di stagione a piacere
  • Kefir

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di ricciolina e indivia
  • Orata al cartoccio con foglie di limone e pepe
  • Cipolle rosse all’aceto di mele
  • Riso integrale lessato
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo non zuccherato e un estratto di un frutto più verdura a piacere

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di rucola, mele e noci con due uova sode
  • Zuppa di farro con carote e zucchine al profumo di limone
  • Olio extravergine di oliva

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Una porzione di prosciutto crudo magro, a basso contenuto di sodio
  • Una fetta di pane integrale di grano saraceno
  • 10 mandorle
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto di stagione a piacere
  • Kefir

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di rucola e valeriana con bacche di goji
  • Spiedini di pollo con zucchine, pomodorini e semi di sesamo
  • Farro lessato profumato con alloro fresco
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo non zuccherato e un estratto di un frutto più verdura a piacere

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di lattuga e pomodorini con carote
  • Tomino di capra alla griglia e germogli misti al limone
  • Crema di verdure con miglio e semi di zucca
  • Olio extravergine di oliva

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Uno yogurt di capra
  • 2 cucchiai di fiocchi di grano saraceno
  • 7-8 nocciole
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto di stagione a piacere
  • Kefir

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di sedano, carota, indivia riccia e noci
  • Carpaccio di polpo con cuori di sedano e olio piccante
  • Crema di lenticchie al profumo di rosmarino e bietoline calde
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo non zuccherato e un estratto di un frutto più verdura a piacere

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di lattuga e rucola con carote al vapore e nocciole
  • Straccetti di fesa di tacchino al limone e dragoncello
  • Passato di verdure con quinoa
  • Olio extravergine di oliva

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Crema di riso integrale con un cucchiaio di salsa tahina e una mela cotta, oppure porridge
  • Un cucchiaio di semi oleosi misti
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto di stagione a piacere
  • Kefir

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di songino, zucchine grigliate e carote
  • Risotto integrale con asparagi, fiori di zucca e menta
  • Fagiolini lessati con fiocchi di mais e maggiorana
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo o tè verde e un estratto di un frutto più verdura a piacere

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di spinacini, pinoli e salsina leggera di acciughe
  • Crema di ceci e cipollotti con farro e sesamo nero
  • Verdure miste grigliate
  • Olio extravergine di oliva

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Una porzione di fesa di tacchino
  • Una fetta di pane integrale di segale
  • 10 mandorle
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto di stagione a piacere
  • Kefir

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di pomodori, cetrioli e salsina leggera allo yogurt di soia e basilico
  • Uova sode a spicchi con purè di barbabietole
  • Insalata di avena con peperoni e fagiolini
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo non zuccherato e un frutto fresco di stagione a piacere

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di valeriana, finocchi e rucola con gomasio, origano e aglio
  • Coniglio alle erbe aromatiche e cipolline borrettane
  • Insalata di rape rosse cotte, salsa tahina a base di olio extravergine di oliva e semi di sesamo, olive e riso integrale
  • Olio extravergine di oliva

Colazione

  • Una bevanda calda: tè verde o bevanda di orzo o tisana, oppure acqua e limone
  • Una porzione di fesa di tacchino
  • Una fetta di pane integrale di segale
  • 10 mandorle
  • Se gradito, un caffè espresso senza zucchero né dolcificanti

Spuntino della mattina

  • Un frutto di stagione a piacere
  • Kefir

Pranzo

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di pomodori, cetrioli e salsina leggera allo yogurt di soia e basilico
  • Uova sode a spicchi con purè di barbabietole
  • Insalata di avena con peperoni e fagiolini
  • Olio extravergine di oliva

Merenda

  • Una tazza calda di orzo non zuccherato e un frutto fresco di stagione a piacere

Cena

  • Una bevanda calda da assumere prima e durante il pasto: colato di verdura, miso, tè verde o orzo
  • Insalata di valeriana, finocchi e rucola con gomasio, origano e aglio
  • Coniglio alle erbe aromatiche e cipolline borrettane
  • Insalata di rape rosse cotte, salsa tahina a base di olio extravergine di oliva e semi di sesamo, olive e riso integrale
  • Olio extravergine di oliva

Per capire e conoscere come alimentarti al meglio ti consigliamo di iscriverti al ciclo di seminari online GRATUITI dedicati all’alimentazione e ai problemi di salute che si possono curare o prevenire imparando a gestire il cibo che mangiamo.

Ti verrà presentato un innovativo metodo che partendo dalla conoscenza del tuo organismo e delle sue reazioni al cibo ti porterà ad un livello di consapevolezza tale da scegliere autonomamente l’alimentazione più corretta per la tua salute.

ISCRIVITI SUBITO

al prossimo seminario online

SCOPRI LE DATE

dei prossimi appuntamenti

PARTECIPA GRATUITAMENTE